Vitamina J: essenziale per le membrane cellulari e dei neurotrasmettitori colinici

di | Giugno 4, 2018

La Vitamina J, o anche definita Colina, è essenziale per le membrane cellulari e dei neurotrasmettitori colinici.

E’ un composto organico parzialmente sintetizzato dall’organismo e per tale motivo il suo apporto dev’essere necessariamente garantito tramite l’alimentazione!

ALIMENTI CHE CONTENGONO COLINA (VITAMINA J)

  • Tuorlo d’uovo.
  • Seme di Soia.
  • Germe di grano.
  • Frattaglie.
  • Lievito di Birra.
  • Latte materno.
  • Fegato di Vitello e Tacchino.

A differenza di quello che si crede comunemente, la Vitamina J o Colina non è presente nel latte Vaccino. Se non usate spesso questi alimenti è consigliabile la sua integrazione tramite integratori per evitarne carenze.

Mentre sembrano contrastare l’assorbimento e l’uso della colina da parte del corpo i seguenti alimenti:

  • Caffeina.
  • Nicotina.
  • Alcol.
  • Sostanze nervine.
  • Pillola anticoncezionale.

I BENEFICI DELLA COLINA

I benefici della Vitamina J sono molteplici. Come abbiamo visto è essenziale per la membrana cellulare e per tale motivo quindi ne preserva la salute delle cellule di tutto il nostro organismo. Come infatti ben sappiamo, la membrana cellulare è essenziale che sia sana per evitare ogni tipo di patologie, compreso le infezioni batteriche e virus.

Per la precisione la Vitamina J possiede le seguenti funzioni:

  • Essendo un precursore del fosfolipide di membrana, salvaguarda l’integrità e la fluidità delle membrane cellulari.
  • Salvaguarda l’integrità e la salute cellulare controllando o regolando la sintesi di Sfingomielina. Infatti un deficit di questo fattore porta ad un accelerato processo apoptotico.
  • Insieme alla Betaina, contribuisce alla normale funzione cardiovascolare, persino antagonizzando gli effetti dell’Omocisteina.
  • Preserva la importante ed essenziale funzionalità nervosa intervenendo nella sintesi di neurotrasmettitori.

Da notare che nelle patologie come Alzheimer o anche la demenza senile, si è dimostrato che vi sia una diminuzione di un neurotrasmettitore chiamato Acetilcolina che ovviamente viene sintetizzato grazie alla Colina.

LA VITAMINA J E GLI STUDI SCIENTIFICI

Molti recenti studi scientifici hanno dimostrato l’importanza della Colina nella gravidanza, sopratutto nel periodo gestante. Infatti una non carenza di tale Vitamina porterebbe al nascituro particolari capacità cognitive e mnemoniche nonché percettive.

Altro importante dato, molto più marcato e comprovato, è la sua capacità di essere un antagonista dei processi infiammatori come Proteina C, VES e citochine. Sopratutto se assunta insieme a Vitamine del gruppo B sopratutto B9, B12 e Betaina.

EFFETTI INDESIDERATI

La dose giornaliera si attesta intorno ai 300/1200 mg. Se la dose viene superata si possono accusare lievi disturbi tra i quali:

  • Nausea.
  • Diarrea.
  • Incontinenza.

Se si superano i 3,5gr al giorno, si potrebbero accusare problemi più seri tra i quali:

  • Ipotensione.
  • Disturbi neurologici.
  • Alterazione della funzionalità epatica.
  • Disfunzioni renali.
  • Odore di pesce sulla pelle.

Fonte:

PubMed.

Caffè dimagrante? Un fondamento scientifico esiste

Ti è piaciuto il post? Condividilo!